giovedì 11 ottobre 2007

Librerie virtuali

Tempo fa in una delle discussioni sul Forum di Fantasymagazine, è stato segnalato un social network di recente istituzione in lingua italiana. Si tratta di Anobii: un servizio che permette di schedare e catalogare tutta la biblioteca personale. È necessario iscriversi (semplicissimo e gratuito: e-mail e password) e poi si accede alla propria libreria virtuale nella quale si possono inserire i volumi sia caricando l’ISBN sia attraverso una ricerca per titolo o autore. La grafica è gradevole, anche perché i libri vengono visualizzati con le copertine reali e si possono specificare una serie di dati “individuali”: dove il volume è stato acquistato, quando, se è stato letto o se ancora da iniziare, se è in prestito, valutazioni, commenti e via dicendo. Davvero molto piacevole e divertente, utile a riordinare e razionalizzare le librerie vere, quelle a casa… sono persino riuscita, con questo lavoretto, a spolverare dietro ai volumi. Nella pagina dedicata a ogni libro, c’è la possibilità di vedere quanti altri utenti di Anobii hanno quel determinato libro e che valutazione danno. Naturalmente si possono visitare le librerie virtuali altrui. Una cosa molto carina è che si incontrano libri particolari, che magari non si conoscevano, e si ha la possibilità di aggiungerli alla propria Lista dei desideri da tenere presente quando si va a fare la spesa da Feltrinelli. Con la funzione Statistiche libreria, è possibile monitorare quanti sono venuti a curiosare tra i nostri volumi, chi sono e ricambiare eventualmente la visita.

Insomma, funziona per i libri nello stesso modo in cui Flickr funziona per le foto, volendo ci si unisce a gruppi tematici di discussione, si seguono le letture degli amici, si scambiano recensioni e commenti.
Ultima cosa: il nome curioso del servizio deriva da Anobium Punctatum, il tarlo del libro: insetto conosciuto anche come bookworm, espressione usata nei paesi anglosassoni per indicare chi passa molto tempo sui libri.

Per chi vuole farsi un'idea più precisa questo è il link alla mia biblioteca virtuale.



3 commenti:

ratatouille ha detto...

ti dirò
l'ultimo vargas mi ha un po' deluso
una prima parte dove lei è impegnata a far vedere quant'è brava
ed è brava
una seconda dove finalmente il giallo diventa davvero giallo.
diciamo che maca un po' il ritmo,
comunque è da leggere.
ciao

Anonimo ha detto...

Mi accorgo un po' in ritardo del trasferimento ma l'importante, in fondo, è accorgersene :-).
Questa cosa della libreria mi piace e mi interessa...pensavo di catalogare la mia con un file di access ma così sembra più carino...appena ho un po' di tempo do un'occhiata e valuto la cosa...
Cri (cuoresepolto)

Anonimo ha detto...

eh eh eh ti ho scovata! Finalmente sei di nuovo on line... sai che anche io sto leggendo Vargas? Però l'ho scoperta solo quest'estate, quindi sto ancora a "Sotto i venti di Nettuno"... ma pubblicarli in ordine cronologico no, eh?
baci dona